news

L'impegno della Regione Emilia-Romagna a favore della popolazione anziana

20 Novembre 2018

La Regione Emilia-Romagna promuove tre importanti iniziative a favore della popolazione anziana:

1) La prima è quella della domiciliarità. Le persone che entrano in una fase di fragilità hanno il diritto, come tutti gli altri, di rimanere nella propria casa, vicini ai propri affetti, posticipando il più possibile eventuali percorsi di ospedalizzazione o istituzionalizzazione. L’abitazione deve però essere adeguatamente attrezzata, accessibile e priva di ostacoli che possano limitare l’autonomia delle persone e, di conseguenza, la loro vita sociale. Un appartamento al terzo o quarto piano, in un condominio privo di ascensore, come avviene nel 60% dei nostri stabili, per un anziano significa materialmente non potersi muovere, non poter avere contatti con la comunità circostante e vivere in totale isolamento. Nel 2018 abbiamo stanziato 11 milioni di euro per installare ascensori e rimuovere barriere architettoniche dagli appartamenti e dai condomini. Una cifra importante.

2) La seconda iniziativa riguarda il social housing e co-housing. Nel corso del 2019 vorremmo rilanciare le politiche di edilizia sociale. Le esperienze di questo tipo in Italia non sono molte, ma permettono sia la co-abitazione di persone di generazioni diverse, con un affitto sostenibile, che l’offerta di servizi innovativi (come sale comuni, spazi per l’infermiere o la badante o per attività ricreative) in grado di creare legami sociali più robusti e reti di protezione reciproca. Si tratta di comunità abitative solidali che diventeranno sempre più rilevanti nel momento in cui tanti anziani rischiano di passare molto tempo della loro vita da soli.  

3) In terzo luogo, stiamo sperimentando, con l’aiuto di esperti del settore, modelli di città attiva e di quartieri modulabili. Abbiamo organizzato insieme all’Università di Ferrara focus group con anziani di ogni età sui cambiamenti che sarebbero necessari nelle nostre città: ad esempio semafori meno veloci, in modo da garantire anche a chi non ha più un fisico scattante di muoversi in sicurezza. Oppure spazi in comune sia negli appartamenti che nei luoghi esterni alla casa, dal quartiere ai parchi, agli orti, per poter socializzare e passare del tempo insieme.

Il link: http://sociale.regione.emilia-romagna.it/copy_of_post-it/l2019eta-della-fragilita-e-l2019impegno-della-regione

 

 

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK

Loading…